Bimbo autistico invita gli amichetti ma si presenta solo uno.

Modena, Cavezzo 1 ottobre- La sala era stata addobbata con i palloncini, la tavola era stata imbandita e le candeline messe sulla torta. Tutto era pronto per la festa di compleanno di Francesco, un bimbo di 4 anni, affetto da Autismo, ha avuto una brutta sorpresa, si è presentata solo una mamma al compleanno del piccolo, gli altri 23 bambini snobbano il compleanno. La mamma ha fatto un video e lo ha poi pubblicato su i social.

La mamma riferisce «Per fortuna mio figlio, proprio a causa della sua malattia, non ha capito che cosa è successo. Ma io voglio che si sappia, che questa storia diventi ‘virale’»  Stringe il cuore quello che è accaduto a Cavezzo, un piccolo paesino in provincia di Modena, una settimana fà.

Forse ha dato fastidio che nell’invito si chiedesse di non portare regali, poiché mio figlio ha tanti giocattoli, ma piuttosto di fare una donazione. Non avrei mai pensato, però, che rimanessimo soli».

La donna si è sfogata pubblicando un video su Facebook,

Il bimbo ha potuto giocare tutto il giorno nel parco tematico, ha scartato i regali donati da Guardia di Finanza, guardie del Parco nazionale d’Abruzzo e dagli organizatori, che hanno regalato al bimbo un set di percussioni. Poi la torta con le candeline dopo il discorso della mamma: «È stata una bellissima giornata», ha detto commossa la donna. Una rivincita, sia per lei sia per il bambino, anche se la loro strada è ancora in salita.

«Mio figlio segue una terapia costosissima – racconta ancora la mamma – noi siamo fortunati perché l’azienda Menù di Medolla (Modena) paga 500 euro al mese per la cura. Ma ci sono tante famiglie che questo aiuto non ce l’hanno. La mia petizione per rendere gratuite le terapie, con oltre 21mila firme raccolte online, è stata ignorata sia dal Comune di Cavezzo sia dalla Regione.

Un cuore, una religione, un ateo, non si può ignorare l’invito di un bambino specialmente se affetto da gravi patologie, mi chiedo se abbiamo forse perso il senso della vita? la comunità di Modena dovrebbe chiedere scusa non alla mamma ma al bimo che non ha nessuna colpa.

D.Chiarelli

 

Facebook Comments

Condividi con tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *