Domenico Chiarelli la sua candidatura con Graziano, L’intervista in esclusiva!

Corigliano Rossano 30/04/2019 Domenico Chiarelli Forciniti Candidato a Consigliere comunale nella lista con il nome“Civica “a sostegno del candidato a Sindaco Giuseppe Graziano! Oggi l’intervista in esclusiva nel nostro blog Fidow.it ci risponderà ad alcune domande per chiarire la sua scelta della candidatura.

Qual è il motivo per cui hai aderito a candidarti con Giuseppe Graziano?

Penso che l’artefice della fusione sia Giuseppe Graziano e penso che debba continuare la fusione ha un progetto ben definito, lui è il Sindaco che unisce infatti grazie alla sua legge oggi la nostra Città è la terza città più grande della Calabria, l’unico che dalle parole è passato ai fatti, l’unico che ha saputo ascoltare i cittadini una fusione voluta dal basso.

Chi è Domenico Chiarelli Forciniti?

Mi Chiamo Domenico Chiarelli Forciniti ho 37 anni, sposato, ho 2 bellissimi bimbi, sono appassionato di politica da sempre, sono un consulente Informatico e creo siti internet, grafica, video-maker, sono diplomato di Geometra presso l’Istituto tecnico Falcone Borsellino Rossano Cs, ho frequentato due anni di università a Pisa presso la facoltà di Ingegneria Informatica ma non ho proseguito a causa dei troppi costi.

Attualmente lavoro presso un centro logistico di movimento merci. Come Hobby mi piace il ciclismo, musica, leggere. Al primo posto però c’è la famiglia e poi tutto il resto.

La motivazione che ti ha spinto ha candidarti?

Ho avuto un primo impulso quando ho portato il mio primo figlio presso la scuola materna, ed ho ricevuto la richiesta da parte docenti del plesso, la fornitura di beni di prima necessità tipo la carta igienica, sapone ecc è a carico di noi famiglie. Sono rimasto perplesso perché non mi aspettavo che la scuola fosse stata ridotta cosi, anche perché quando andavo io era tutto garantito dal comune, ma il fatto che oggi si paga anche il servizio di trasporto e oltre il servizio refezione è davvero insopportabile, ho pensato: La politica è incapace di vedere i problemi delle famiglie, le famiglie non sono tutelate, qualcuno dovrebbe tutelarle meglio, rappresentarle, difenderle e garantire più servizi, portare sul tavolo delle trattative i problemi reali dei cittadini. 

Pensate ad una famiglia che ha più di 2 figli quanto spende ogni anno per garantire l’ istruzione ai propri figli? C’è da dire che il lavoro qui si sà non sempre è garantito, e se ce paghi tutto e come deve fare una famiglia? Lo stato vuole che le famiglie italiane abbiano più figli, ma se non li aiuta come possono andare avanti? Come possono garantire un’istruzione degna? Io oggi sento il dovere di reagire e trovare le soluzioni migliori per le famiglie poveri e medie.

Che cosa è la politica per lei?

Io penso che la politica dovrebbe essere al servizio del cittadino non un lavoro a tempo indeterminato, la politica per me è solo un modo per trovare e risolvere problemi e dando servizi ai cittadini.

Qual’è l’ultimo libro che ha letto?

L’ultimo libro che ho letto? in verità me lo ha consigliato una maestra delle scuola dell’infanzia, il libro si chiama IQBAL, Iqbal Masih, è stato un bambino operaio, sindacalista e attivista pakistano, diventato un simbolo della lotta contro il lavoro minorile. Lo consiglio è bellissimo, tragico in certi versi.

Cosa Vuole dire agli indecisi o a chi non ha voglia di votare?

Il vostro contributo è essenziale per dare voce alla mia lotta, al mio pensiero e con il vostro voto mi darete forza e coraggio nel difendere i nostri diritti. Certo nessuno è obbligato, credo nel cambiamento è possibile cambiare, come diceva il magistrato P. Borsellino ” La matita è la vostra arma per il cambiamento“, ogni giorno vivo gli stessi vostri problemi. Quindi votatemi !


Facebook Comments

Condividi con tutti