Fiume Crati esonda per l’incuria della pubblica amministrazione.

Corigliano Rossano: Sono state evacuate a causa dell’esondazione del fiume Crati ingrossato dalle piogge.

Per tutta la notte hanno lavorato i Vigili del Fuoco, gli operatori della Protezione Civile regionale e i carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro.

Le famiglie sono state accompagnate in un istituto scolastico dove la Protezione civile ha allestito un punto di ricovero.

Ingenti danni alle aziende agricole, sommerse diverse abitazioni, è stata una tragedia preannunciata, si perché sembrerebbe che ci siano state diverse segnalazioni fatte alle istituzioni competenti che evidenziavano segnali di rotture dell’argine del fiume.

Le istituzioni oggi sono intervenuti per rattoppare l’argine rotto, ma  i danni sono tanti e si potevano evitare bastava solo fare normale manutenzione lungo il fiume Crati.

La Calabria è spesso abituata al silenzio delle televisioni nazionali, la  Rai  che è una emittente pubblica e dovrebbe garantire il servizio pubblico sul territorio nazionale ma  nessun servizio, per questa tragedia non ha meritato di essere una notizia italiana. Ci auguriamo che almeno la stampa locale non spenga i riflettori sull’accaduto.

La Calabria non merita questo silenzio mediatico.

Art.D.Chiarelli

 

 

 

Facebook Comments

Condividi con tutti