L’Italia del Meridione è per il semipresidenzialismo.

Ho letto con molta attenzione la lettera istituzionale che il presidente Conte scrive al ministro Salvini e mi sovviene una riflessione politica legata anche all’azione riformatrice che Italia del Meridione deve mettere in campo.

Al netto degli altri (e più alti) contrasti che segnano attualmente la vita del governo giallo-verde, non ancora sfiduciato, e quindi nella pienezza delle sue funzioni, è davvero disdicevole che un Ministro (Salvini) venga in contrasto col il Presidente del Consiglio sulla questione dei migranti.

È questo un fenomeno che potrebbe ripetersi anche in futuro, non avendo il capo del governo nessun potere di revoca verso un suo ministro in carica. 
Né questo potere lo ha il capo dello Stato:solo il Parlamento può sfiduciarlo. 
E questa è sicuramente una stortura del sistema che potrebbe creare non poche difficoltà operative.

Ci troveremmo come ci troviamo in questo caso nelle condizioni che addirittura un ministro chieda e sfiduci il Presidente del Consiglio, rimanendo in carica, e senza che quest’ultimo possa fare nulla se non aspettare l’esito del parlamento. 
Sarebbe opportuno pertanto, per assicurare all’organo esecutivo le fondamentali coerenze che si impongono nello svolgimento di un programma di governo, che un’ auspicata riforma del nostro sistema istituzionale tenesse conto di questa eventualità, dando più pregnanza politica alle funzione di indirizzo (già previste) del Presidente del consiglio dei ministri, con l’attribuzione di una collaterale potestà di revoca di un membro del suo governo, da affiancare alla “sfiducia” già assegnata al parlamento.

Una riforma del nostro sistema in senso presidenzialista( o anche semipresidenzialista, ma con qualche adattamento specifico) potrebbe efficacemente rispondere a questa esigenza. In italia il modello istituzionale vincente è stato ed è quello dei sindaci da adattare al governo del paese con i necessari pesi e contrappesi e le dovute garanzie di pluralità e democrazia.

Facebook Comments

Condividi con tutti