L’Italia senza bambini, falliscono le politiche sociali. un dato allarmante.

Roma: Nel 2017 sono stati iscritti in anagrafe per nascita 458.151 bambini, oltre 15 mila in meno rispetto al 2016. Nell’arco di 3 anni (dal 2014 al 2017) le nascite sono diminuite di circa 45 mila unità mentre sono quasi 120 mila in meno rispetto al 2008. La fase di calo della natalità innescata dalla crisi avviatasi nel 2008 sembra quindi aver assunto caratteristiche strutturali. dati prelevati dall’istat.

Questi dati che abbiamo raccolti indica un’ Italia che non ha incentivato e promosso politiche sociali per le famiglie, spesso lasciate da soli.

La scuola pian piano sta diventanto sempre più costose.

  1. Refezione scolastica a carico del famiglie fin dalla scuola dell’infanzia.
  2. Trasporti Bus bambini a carico delle famiglie
  3. Libri a carico delle famiglie
  4. Tasse Scolastiche a carico delle famiglie
  5. Spese mediche a carico delle famiglie
  6. Medicine a carico delle famiglie

Questi sono i principali motivi di spese che scoraggiano i genitore a procreare anche perchè si fanno i conti e i conti non tornano, quindi il lavoro manca, lo stipendio è il più basso dalla media Europea. Assegni famigliari bassi non consentono di coprire spese.

Questo è risultato di una pessima politica sociale che si ripercuote anche nel mondo del lavoro, i quali si perdono posti di insegnanti, scuole chiuse per insufficienza bambini.

E dunque ora il momento di aiutare le famiglie la politica deve immediatamente cambiare, altrimenti saremo tra 20 anni un popolo di anziani soli è abbandonati.

Art. di D.Chiarelli


Facebook Comments

Condividi con tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *