Oggi 1° maggio! la regione con più morti ed infortuni e la Calabria.

La Festa dei lavoratori viene celebrata il 1º maggio di ogni anno in molti paesi del mondo, per ricordare tutte le lotte per i diritti dei lavoratori, originariamente nate per la riduzione della giornata lavorativa.

La conquista delle otto ore lavorative, partita il 1° maggio 1867

Oggi, mai come ora, è necessario dedicare un giorno di riflessione al tema del lavoro; lavoro che molte volte è assente o sottopagato, sfruttato.

Lavoro che dovrebbe essere fonte di dignità per l’uomo, ma la cui mancanza conduce spesse volte alla vergogna e alla marginalità nella società.

Eppure ricordiamo che: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro” (Art. 1 La Costituzione della Repubblica Italiana).

Di recente un articolo su repubblica mette al primo posto il sud Italia come la regione più insicura, dove chi lavore rischia la proria vita, la provincia più insicura è Crotone con più denuncie di infortunio e morte bianche.

Primi nella classifica degli infortuni denunciati.

Sicuramente il lavoro manca ma quel poco che c’è dovrebbe garantire più sicurezza e rispetto verso il lavoratore. Oggi festeggiamo, ma prima però ricordiamo le vittime sul lavoro e tutte le famiglie che hanno perso i propri cari.

E’ fondamentale che noi tutti abbiamo l’obbligo di prendere atto di questo risultato pessimo, siamo i primi degli ultimi e nessuno fa niente per cambiare. Istituzione sorde e mute, regnano silenti nel sud Italia. E dunque la nostra cultura? E possibile cambiare ed essere i primi ? Resteremo un popolo di arrangiati? Oggi non ci resta che riflettere su questi risultati. In tanto vi auguro buon 1°maggio a tutti.

Art. D.Chiarelli

Facebook Comments

Condividi con tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *