“Piangeva troppo”: Bimba uccisa!

Francia Lione: l’insegnante, una 27enne, ha prima cosparso la piccola di un liquido caustico, e quindi gliel’ha fatto ingoiare. Una bimba di 11 mesi, figlia di un ingegnere italiano originario della Bergamasca, è stata uccisa in un asilo nido di Lione, in Francia, da un’insegnante 27enne.

La donna, che ha confessato ed è stata arrestata con l’accusa di omicidio volontario di un minore di 15 anni, ha spruzzato addosso alla piccola Lisa una sostanza caustica di quelle utilizzate per sturare i lavandini, e quindi gliel’ha fatta ingoiare. Il motivo, secondo quanto ammesso dalla 27enne durante gli interrogatori, è che la piccola “piangeva troppo.

Secondo il settimanale locale Prima Bergamo, la piccola Lisa era figlia di Fabio Bertuletti, 37enne di Torre Boldone: l’uomo, specializzato in progetti di linee elettriche ad alta e altissima tensione, dopo la laurea in Ingegneria a Bergamo ha lavorato per alcuni anni in Italia prima di trasferirsi in Francia: a Lione vive con la moglie Sophie, 38 anni, e il 30 giugno 2021 era nata la loro bimba. I funerali di Lisa saranno celebrati a Lione il 29 giugno, un giorno prima di quello che sarebbe stato il suo primo compleanno.

Domenico Chiarelli

Classe 1981 , consulente informatico, web master, direttore dal 2002 del blog Fidow.it con l'interesse di contribuire alla crescita e alla valorizzazione del territorio e delle sue risorse.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.