Taranto: Morti 2 operai caduti da un cestello, un volo di circa 10 mt

Taranto: una tragedia, morti due operai caduti dal cestello mentre effettuavano lavori ristrutturazione di una palazzina.

Si tratta del 32enne Giovanni Palmisano, amministratore della ditta Gioedil di Locorotondo, e di un dipendente, Angelo D’Aversa, di 64 anni.

Il mezzo è stato preso a noleggio, ma durante alcune manovre il braccio d’acciaio pare che si sia piegato facendo ribaltare il cestello, i due operai  che erano all’interno sono caduti da circa 10 metri, un terzo operaio era a terra ma in stato di choc.

Sul posto è intervenuta la questura di Taranto e il 118, ma inutili i soccorsi  che ne accertarono il decesso.

Secondo un primo accertamento compiuto dallo Spesal, il servizio dell’Asl che si occupa di sicurezza sul lavoro, i due operai non avrebbero avuto la cintura di sicurezza che serve ad imbragarli alla piattaforma.

Il segretario generale della Fillea Cgil Alessandro Genovesi << Come sempre attenderemo le indagini della magistratura ma, qualora fossero confermate le primi informazioni a nostra disposizione, saremmo di fronte ad un mix di irregolarità spaventose se tutto ciò rispondesse al vero, sarebbe una ennesima tragica conferma di quella fotografia reale che tante volte abbiamo raccontato e denunciato su una parte del mondo delle costruzioni”.”>>.

Il nostro cordoglio va alle famiglie, le quali hanno perso uomini speciali che si guadagnavano da vivere per sostenere le loro famiglie, ignari della loro sorte.

Art.D.Chiarelli

 

 

 

 

Facebook Comments

Condividi con tutti